Mass Effect 3: il reparto multiplayer

La data è fissata al 9 marzo 2012 per lo sbarco sul pianeta Terra del terzo capitolo della saga Mass Effect e stavolta tutti gli occhi sono puntati sulla grande novità che caratterizzerà (nel bene o nel male?) il nuovo arrivato in casa Bioware: la modalità Galaxy at war.

Chiariamo subito che non vi troverete a lottare contro altri giocatori ma si tratterà di un multiplayer cooperativo a 4 giocatori, dove potrete impersonare una delle tante razze presenti nel gioco (turian,krog,salarian etc…) e potrete usare la vostra classe preferita (soldato,biotico etc…) per cercare di distruggere quanti più razziatori potrete.

Si era diffusa l’idea che in Mass Effect 3 sarebbe stato presente un multiplayer anche per la storia principale, ma ovviamente la Bioware ha escluso questa possibilità in quanto far muovere diversi Shepard nella stessa storia sarebbe risultato impossibile. Risponde con questa modalità però, che offre la possibilità al giocatore di sbloccare preziose risorse per arrivare con quanta più esperienza possibile allo scontro finale con i Razziatori.

La modalità Galaxy at war mette davanti al giocatore una mappa galattica, saranno quindi presenti diverse aree da liberare dal controllo degli acerrimi nemici della galassia e per farlo vi potrete avvalere del migliorato sistema di combattimento, che se nel secondo capitolo aveva già stupito per la sua fluidità e la capacità di realizzare scontri degni del miglior Call of  Duty (anche se il paragone sembra più appropriato con Gears of War)  in questo terzo capitolo riuscirà a impressionarvi sia per l’effetto adrenalinico che ogni combattimento vi trasmetterà sia per la quantità notevole di ripari presenti (ecco il paragone con Gears of War) e utilizzabili.

Ovviamente come ogni multiplayer degno di tal nome, avremo la nostra bella esperienza da accumulare, livelli su livelli da scalare e abilità da affinare. A proposito di abilità da affinare Mass Effect 3 offrirà al giocatore un ampia sfera di abilità personalizzabili, sia nella storia principale sia nel multiplayer molto più specifica dei primi due precedenti capitoli. Non mancheranno quindi i soliti dubbi su che abilità sviluppare e a chi farla sviluppare dei nostri compagni di squadra che ci accompagneranno nella storia.

I più informati sapranno già che l’ambientazione della storia in questo capitolo sarà essenzialmente il pianeta Terra dove i Razziatori sono riusciti ad insediarsi e raderla (quasi) al suolo. A voi l’arduo compito di cacciarli via, liberare il nostro pianeta e concludere una delle serie di giochi più belle e accurate di ultima generazione, in attesa del verdetto definitivo su questo discusso multiplayer made Bioware.